MARIO CEROLI

a tu per tu con

Palazzo Collicola I News pubblicata il 14/04/2020

Mario Ceroli (Castel Frentano, 1938), che si era formato all’Accademia di Belle di Arti seguendo i corsi di ceramica di Leoncillo ed è stato assistente di Ettore Colla, ha contraddistinto la sua opera fin dalla fine degli anni ’50 per un uso praticamente esclusivo (pur essendosi servito anche di ferro, vetro, bronzo, ghiaccio, terre) del legno grezzo da imballaggio, quindi già trasformato dall’industria in tavole funzionali all’uso. Pur avendo preso parte dal 1967 alle prime mostre dell’Arte povera, per lui il legno non è quindi materia naturale ma già artefatta e legata al mondo del consumo, caratteristica che gli è valsa l’appellativo, anche per l’uso ripetuto di iconografie di massa, di artista Pop italiano.
L’opera è entrata a far parte della collezione del Comune di Spoleto (convogliata dal 2000 nell’allora Galleria Civica d’Arte Moderna, oggi semplicemente Galleria d’Arte Moderna) nel 1966, anno in cui l’artista ottenne il primo premio acquisto del Premio Spoleto grazie a una commissione giudicatrice composta da Maurizio Calvesi, Giovanni Carandente, Andrea Emiliani, Leoncillo Leonardi e Francesco Fanti. Quell’anno, che vide assegnare il secondo premio alla Coda di cetaceo di Pino Pascali (anch’essa presente nella collezione della Galleria), segnò praticamente le sorti dello stesso Premio Spoleto (alla sua penultima edizione), che per la prima volta si sbilanciava apertamente vero le recenti sperimentazioni delle cosiddette neoavanguardie, di cui appunto Ceroli e Pascali erano gli astri nascenti e sulla cresta dell’onda. Ceroli quello stesso anno aveva preso parte alla Biennale di Venezia ottenendo il primo premio per la scultura (aveva solo 26 anni) grazie all’opera Cassa Sistina, una delle prime delle varie sculture installative che lo avrebbero reso celebre e con le quali avrebbe realizzato allestimenti e scenografie per il teatro, per l’opera lirica (la Scala di Milano o il Teatro Stabile di Torino) e per la televisione.
Il Balcone esposto nella collezione di Spoleto rappresenta una sorta di omaggio silenzioso a opere dallo stesso titolo realizzate da Goya (Majas al balcone del 1814) e Manet (Il balcone del 1868) ed è anche una scultura a suo modo ambientale, un affaccio virtuale nello spazio del museo immaginato come la scena di uno spettacolo interno ed esterno allo stesso tempo, fatto dagli stessi visitatori. Un’opera installativa che idealmente unisce due spazi differenti, fatta per essere guardata ma anche da cui essere osservati o osservare il mondo.

altri eventi a Palazzo Collicola

L’ARTE ONLINE DI PALAZZO COLLICOLA

Il direttore artistico Marco Tonelli:”Rafforziamo la nostra presenza in rete per permettere a tutti di conoscere le collezioni di arte antica e contemporanea”

“In attesa che i musei possano riaprire e tornare gradualmente alla normalità, in ogni parte del mondo istituzioni pubbliche e private stanno avviando una serie di iniziative che possano permettere al...

leggi l'articolo >>

PALAZZO COLLICOLA SU RAI STORIA

Immagini e video con visita al museo accompagnati dal direttore Marco Tonelli.

Rai Cultura in collaborazione con la Galleria d'arte moderna di Palazzo Collicola vi propone una gallery con alcune opere delle collezioni del museo e il video sulla collezione accompagnati dal dirett...

leggi l'articolo >>

PRESENTAZIONE DEL LIBRO GIOVANNI CARANDENTE E LA SCULTURA MODERNA. SCRITTI DAL 1957 AL 2008

Venerdì 28 febbraio 2020 - ore 17.30, Appartamento Nobile - Salone d’Onore di PALAZZO COLLICOLA

Sostenuta dagli Amici di Spoleto e con materiali inediti provenienti dall’Archivio della Quadriennale di Roma e dalla Biblioteca Carandente di Palazzo Collicola, l’antologia di testi Giovanni Caranden...

leggi l'articolo >>

IN RICORDO DI BEVERLY PEPPER

Beverly Pepper ci ha lasciato a 97 anni, poco dopo aver inaugurato il suo parco di sculture donate alla città di Todi, che aveva eletto a sua seconda patria.

È stata l’ultima dei grandi scultori cosiddetti “tardoindustriali”, che hanno prediletto l’uso del ferro saldato e dell’acciaio corten, e una delle prime a imporsi per l’imponenza e il dinamismo delle...

leggi l'articolo >>

CONVERGENZE. NOTARGIACOMO E LA COLLEZIONE DELLA GAM DI SPOLETO

La mostra, presso Palazzo Collicola, inaugurerà il 14 dicembre 2019 e sarà visitabile fino al 9 marzo 2020

Gianfranco Notargiacomo è un artista per molti versi precursore dai linguaggi non codificati capace di passare dalla forma all'immagine, dalla struttura alla pittura con la stessa perizia e intelligen...

leggi l'articolo >>

CORDOGLIO DEL SINDACO DI SPOLETO UMBERTO DE AUGUSTINIS PER LA SCOMPARSA DI BEVERLY PEPPER

Nel 1962 fu tra gli indiscussi protagonisti della mostra “Sculture nella città” di Giovanni Carandente

Cordoglio ha espresso il sindaco Umberto de Augustinis per la scomparsa, avvenuta ieri a Todi, di Beverly Pepper “straordinaria figura d’artista di fama internazionale le cui opere sono conservate in ...

leggi l'articolo >>

LEONCILLO LEONARDI: Il Paradiso in terra su rai 5

A lungo trascurato dal mercato, l’artista Leoncillo Leonardi solo nel 2018 è stato consacrato da due importanti aste internazionali.

A lui è dedicato il documentario in prima visione assoluta “Leoncillo: una fiamma che brucia ancora” di Simona Fasulo che apre la puntata di “Art Night”, in onda venerdì 10 gennaio alle 21.15 su Rai5....

leggi l'articolo >>

RASPI: COLLAGES E DIPINTI 1959-1963 IN MOSTRA A PALAZZO COLLICOLA

Galleria d’Arte Moderna “G. Carandente” 14 Dicembre 2019 - 8 Marzo 2020 Inaugurazione sabato 14 dicembre 2019 - ore 11.30

La mostra si propone come un focus su un artista che oltre ad esser nato a Spoleto e aver fatto parte del gruppo dei 6 di Spoleto, è presente nella collezione della Galleria d’Arte Moderna della città...

leggi l'articolo >>

FRA CIELO E TERRA, GLI ANGELI NELL’ARTE

Mezz'ora dopo la chiusura torna Venerdi 27 Dicembre 2019 con l’evoluzione di una delle iconografie sacre più diffuse

In occasione delle festività natalizie Mezz'ora dopo la chiusura presenta un calendario di appuntamenti che si svolgeranno tutti i venerdì di dicembre 2019 e gennaio 2020 nelle meravigliose cornici di...

leggi l'articolo >>

Palazzo Collicola

Contatti

Piazza Collicola 
06049 // Spoleto // Pg
www.palazzocollicola.it

Info biglietteria/bookshop

Galleria d'Arte Moderna  
Giovanni Carandente
Spoleto

Copyright 2019, Comune di Spoleto. Credit - Policy

Il sito utilizza diversi cookies per migliorare la tua esperienza di visitia.
Per saperne di più consulta la pagina dedicata alla politica dei cookies.