PALAZZO COLLICOLA

Galleria d'Arte Moderna

"G. Carandente"

L’attuale percorso museale è stato pensato per mostrare le punte di eccellenza della collezione (soggetta a periodiche rotazioni), secondo sale tematiche (Spoleto 62, Premio Spoleto, Gruppo dei 6, Scuola di San Lorenzo), monografiche (Pepper, Calder), stilistiche (ricerche astratte e figurative) e storiche che intrecciano e sovrappongono stili, forme e esperienze molte diverse tra loro.
In un percorso destinato ad essere accresciuto negli anni, l’arte moderna del XX secolo continua al presente la sua tradizione, evolvendo nella contemporaneità e aprendosi al futuro dei multiformi linguaggi espressivi.   

autori

Carla Accardi
Franco Angeli 
Gianni Asdrubali
Roberto Barni
Carlo Belli
Vasco Bendini
Carlo Bertocci
Gastone Biggi
Enzo Brunori
Alberto Burri
Alexander Calder
Pizzi Cannella
Giuseppe Capogrossi
Anthony Caro
Bruno Ceccobelli
Mario Ceroli
Lynn Chadwick
Eduardo Chillida
Ettore Colla
Piero Consagra
Salvatore Cuschera
Gianni Dessì
Alberto Di Fabio
Stefano Di Stasio
Jan Dibbets
Piero Dorazio
Agenore Fabbri
Herbert Ferber
Tano Festa
Nino Franchina

Francesco Gallo
Paola Gandolfi
Franco Garelli
Alberto Garutti
Quinto Ghermandi
Domenico Gnoli
Carlo Guarienti
Renato Guttuso
Robin Heidi Kennedy
Leoncillo
Sol LeWitt
Giancarlo Limoni
Francesco Lo Savio
Carlo Lorenzetti
Pompilio Mandelli
Filippo Marignoli
Eliseo Mattiacci
Fausto Melotti
Afranio Metelli
Maurizio Mochetti
Henry Moore
Mattia Moreni
Ennio Morlotti
Ugo Mulas
Isamu Noguchi
Nunzio
Luigi Ontani
Giannetto Orsini
Pino Pascali
Luca Patella

Alicia Penalba
Beverly Pepper
Arnaldo Pomodoro
Giò Pomodoro
Giuseppe Pulvirenti
Ugo Rambaldi
Carlo Ramous
Antonietta Raphael
Piero Raspi
Joaquin Roca-Rey
Bepi Romagnoni
Piero Ruggeri
Piero Sadun
Sergio Saroni
Emilio Scanavino
Salvatore Scarpitta
Toti Scialoja
Richard Serra
David Smith
Francesco Somaini
Guido Strazza
Marco Tirelli
Bruno Toscano
Franco Troiani
Giulio Turcato
Giuseppe Uncini
Sergio Vacchi
Claudio Verna
Renzo Vespignani

La Galleria d’Arte Moderna “G. Carandente”, definitivamente collocata a Palazzo Collicola nel 2000, si è costituita grazie a varie e fortunate vicende. A partire dalle acquisizioni del Premio Spoleto (che dal 1953 al 1968 ha permesso prima di assorbire pittori informali e dopo significative sculture come la Coda di cetaceo di Pascali e il Balcone di Ceroli), di lasciti della rassegna Sculture nella città - Spoleto 62 e degli artisti spoletini, fino alla donazione della collezione personale di Carandente (alla quale si aggiungono comodati e donazioni di privati, artisti e galleristi), quella che una volta era denominata “Galleria Civica di Arte Moderna” rimane a oggi il più vasto e variegato museo di arte moderna e contemporanea dell’Umbria.
Se si considerano poi le presenze, tra gli altri, di artisti internazionali come Alexander Calder, David Smith, Sol Lewitt, Beverly Pepper, Richard Serra, Isamu Noguchi, Anthony Caro o di Alberto Burri, rimane di fatto un museo unico in Italia nel suo genere e particolarmente attento alla scultura contemporanea, con un prezioso e unico nucleo di opere di Leoncillo (una trentina in tutto tra sculture, disegni e opere più decorative), il più celebrato artista spoletino e uno dei più importanti scultori italiani del XX secolo, assieme a Giò e Arnaldo Pomodoro, Melotti, Colla, Uncini, Consagra, Franchina, Lorenzetti, presenti anch’essi in collezione.

Beverly Pepper

Una delle poche se non l’unica scultrice che abbia lavorato a opere monumentali in acciaio e ferro alla pari di scultori come David Smith, Richard Serra o Eduardo Chillida...

Sculture nella città (Spoleto 1962)

Nel 1962 si tenne a Spoleto una mostra, ancora oggi ricordata come uno degli avvenimenti più significativi del XX secolo, dal titolo Sculture nella città.

Leoncillo
(1939-1952)

Leoncillo Leonardi (1915-1968), è senza dubbio il più celebre artista spoletino del XX secolo, come testimoniano sue importanti presenze alla Biennale di Venezia...

Leoncillo, il
periodo Informale

Cesare Brandi, che è stato il più congeniale critico che abbia scritto su Leoncillo, lo aveva definito il terzo scultore italiano dopo Manzù e Marini...

Premio Spoleto

Le tredici edizioni del Premio Spoleto, hanno permesso alla città di Spoleto di dotarsi un nucleo di opere pittoriche e scultoree di giovani artisti operanti sul territorio nazionale...

I Sei di Spoleto

La mostra presso la galleria romana Il Camino del 1954, sancì la nascita del sodalizio dei Sei pittori di Spoleto, meglio conosciuto come il Gruppo di Spoleto.

L’astrazione italiana

Tra il 1947 e lo svolgersi degli anni ‘60, l’Italia cominciò a polarizzare le sue ricerche di astrazione e avanguardia tra Milano e Roma...

Oltre l’astrazione

L’esperienza non figurativa in Italia si completa con quei pittori che rappresentano delle vere e proprie polarità...

Scultura moderna

Ferro, acciaio, corten, ferro saldato o scarti e materiali industriali rielaborati, hanno dato vita a una diversa concezione...

Figure e ritorni

L’arte italiana a partire dagli anni ‘80 qui rappresentata potremmo definirla senza dubbio colta, letteraria, piena di riferimenti...

La Scuola
di San Lorenzo

La Scuola di San Lorenzo (denominata anche Nuova Scuola Romana o Officina San Lorenzo) nacque ufficialmente nel 1984...

Disegni

Le tre sale sono dedicate esclusivamente alla produzione grafica e disegnativa di artisti italiani e stranieri presenti in collezione...

Arte concettuale

Uno dei più radicali artisti in tal senso fu senza dubbio l’olandese Dibbets, che proprio a Spoleto dedicò una serie di lavori fotografici del pavimento musivo del Duomo...

Alexander Calder

Laureatosi in ingegneria, svolse mestieri diversi, fino a quando non decise di diventare artista e di trasferirsi a New York...

Wall Drawing

A partire dagli anni ‘60 l’arte moderna subì una vera e propria svolta in senso concettuale...

Palazzo Collicola

Contatti

Piazza Collicola 
06049 - Spoleto (Pg)
www.palazzocollicola.it

Info biglietteria/bookshop

Galleria d'Arte Moderna  
Giovanni Carandente
Spoleto

Copyright 2019, Comune di Spoleto. Credit - Policy

Il sito utilizza diversi cookies per migliorare la tua esperienza di visitia.
Per saperne di più consulta la pagina dedicata alla politica dei cookies.